Controllo spurghi Milano

Le fogne sono costituite da un insieme di condutture, tubazioni, canalizzazioni, che si uniscono in un progetto realmente sofisticato. Sono poste nel sottosuolo, e il loro scopo è quello di convogliare le acque reflue, ovvero i liquami, fuori dal centro abitato per andarle a smaltire nel depuratore. Grazie alla rete fognaria milioni di abitanti di una città possono essere sicuri di non venire mai in contatto diretto con i rifiuti degli scarichi dei sanitari, o con le acque di scarto delle lavorazioni industriali e dei locali pubblici. Per cui è molto importante che essa continui a funzionare regolarmente, ma per farlo bisogna che ci sia la collaborazione di tutti nell’operare una corretta manutenzione periodica della propria porzione di rete fognaria, della propria fossa biologica o del proprio pozzo nero. Questo genere di operazioni vengono condotte durante un controllo spurghi Milano. Il fatto che le acque reflue possano fuoriuscire dal sottosuolo metterebbe in pericolo non solo la salute dell’uomo, ma anche la flora e la fauna presente. I liquami convogliano una marea di virus e di batteri. Le condutture non sono poi così fragili, perché sono state costruite in materiali altamente resistenti alle sollecitazioni chimiche, fisiche e anche biologiche. Si tratta di fibrocemento ecologico ma anche PVC e persino grès.

Controllo spurghi Milano
Controllo spurghi Milano

Ma, è sempre possibile che una cattiva gestione degli scarichi possa condurre ad otturare una porzione delle fognature, e queste otturazioni sono dovute ad incrostazioni che potrebbero portare a gravi danni e rotture nelle zone circostanti.

Come bisogna agire in questi casi?

Per qualunque perplessità puoi chiamare una ditta che si occupi di spurghi: entrerà in contatto con professionisti competenti ed esperti che potranno verificare lo stato della rete fognaria, del pozzo nero o della fossa biologica.

Le acque reflue sono costituite da acque chiare e acque nere, ed ovviamente le acque nere (si capisce già dal nome) sono le peggiori perché contengono una sostanza denominata “idrogeno solforato” la quale è altamente corrosiva.

È un allarme abbastanza raro ma del tutto possibile quello che potrebbe scattare in seguito a delle perdite: non solo la contaminazione del suolo e delle zone circostanti, ma anche l’erosione delle fondamenta degli edifici e persino l’inquinamento della falda acquifera. Risulta chiaro che la gestione delle fognature deve essere fatta in maniera molto responsabile, ma come può contribuire il cittadino? Facendo parecchia attenzione a svuotare il suo pozzo nero entro i termini, oltreché contattando dei professionisti in caso di anomalie della rete, oppure se si dovessero liberare dall’aria dei cattivi odori persistenti.

Se si abita in condominio, è importante verificare che i tubi non siano ostruiti e, soprattutto, svuotare periodicamente i pozzetti condominiali. Di solito, la ditta che si occupa di spurghi, prima di procedere ad erogare i suoi servizi, tende a perseguire una video ispezione accurata, di modo da comprendere la reale struttura della rete e quale tipo di problema potrebbe avere. Dopodiché, grazie ad auto mezzi speciali, gli autospurghi, sarà possibile svuotare il pozzetto in tutta sicurezza e, conseguentemente, pulirlo in maniera approfondita.